Regione Sardegna: pubblicato il bando “Aiuti alle imprese per la competitività” (T3)

Il bando è destinato alle MPMI esistenti ed operanti in Sardegna, comprese le new.co. costituite da operatori già attivi sul mercato, per supportare piani di sviluppo d’impresa, finalizzati all’espansione della produzione, al riposizionamento competitivo o adattamento al mercato attraverso l’introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo, produttivo o commerciale.
I Settori ammessi dalla misura sono:
• (B) Estrazione di minerali da cave e miniere (escluso il codice 05 estrazione di carbone);
• (C) Attività manifatturiere;
• (D) Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (solo codice 35.30);
• (E) Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;
• (F) costruzioni;
• (H) Trasporto e magazzinaggio (solo alcuni codici);
• (I) Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;
• (J) Servizi di informazione e comunicazione;
• (N) Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese;
• (Q) Sanità e assistenza sociale (ammesso solo il codice 87)
• (R) Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (escluso codice 92);
• (S) Altre attività di servizi (escluso codice 94 attività di organizzazioni associative)
Il piano degli investimenti che la misura va a finanziare deve essere considerato “investimento iniziale” e riguardare:
a) la creazione di una nuova unità produttiva;
b) l’ampliamento della capacità di un’unità produttiva esistente;
c) la diversificazione di un’unità produttiva esistente, intesa.
L’Importo complessivo del piano può essere compreso tra i 1.500.000€ e i 5.000.000€ e può riguardare:
• Investimenti produttivi: 100% (opere murarie, macchinari, strumentazione, apparecchiature, impianti cc.);
• Servizi: 30% (promozione, comunicazione, piani di marketing ecc. come da catalogo);
• Formazione: 30%;
• Capitale circolante: 20%.
La misura prevede sia una sovvenzione a fondo perduto, entro i massimali previsti dalla Carta degli aiuti di stato, che un finanziamento con il Fondo Competitività, nella misura massima del 35% del fabbisogno del piano di sviluppo aziendale approvato. Il Fondo Competitività eroga finanziamenti in forma di prestito di durata non superiore a 10 anni, di cui 2 di pre-ammortamento:
• a condizioni di mercato, oppure
• a un tasso inferiore, se rispetta le condizioni previste dal test dell’operatore in un’economia di mercato in presenza di un finanziamento bancario o di altro intermediario finanziario privato.
I beneficiari, già al momento della presentazione della domanda, devono dimostrare di avere a disposizione risorse proprie (inclusi leasing e prestiti bancari senza nessun aiuto pubblico) per un minimo 25% del piano degli investimenti.
Le domande possono essere presentate in maniera telematica e con procedura a sportello, dalle ore 12,00 del 05.02.2019 fino al 05.03.2019 (salvo chiusura anticipata), mentre la procedura di caricamento di tutta la documentazione di supporto (compreso il business plan) è attiva salle ore 10,00 del 18.12.2018.
Per ulteriori chiarimenti e se sei interessato a partecipare, chiamaci al +39 070 27412, ti daremo le informazioni di cui necessiti o fisseremo un incontro per una consulenza dettagliata. Ti aspettiamo nel nostro studio in Viale Sant’Avendrace, 129 a Cagliari.

Il team di Talentconsulenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*